Vedrai che passa…

Sentire le persone che ti bastonano con la speranza che nulla dura per sempre e prima o poi passerà. Prima o poi le cose cambieranno, il mondo gira e prima i poi sarà dalla mia parte. Ma come fai a dire une ad persona di stare tranquillo perché passerà; una persona che ha appena perso il suo figlio, una persona che ha perso il lavoro, una persona che ha scoperto un tradimento, una persona che ha capito di essere sola in questo mondo. Non dire niente che è meglio… preferisco che stai zitto invece di raccontarmi sta balla. Sono l’unica a sapere come sto adesso, perché anche se l’hai vissuto pure te, sicuramente adesso ti è passata e non te lo ricordi come ci si sente. Non m’interessa a sapere che poi passa, io sto male adesso, come faccio a passare questo cazzo di momento? Si è uno schifo lo so, ma a parte far finta che non ti interessa poi a pensarci bene una volta che è finito il litro di vino ti guardi intorno e ti viene in mente di chiamare l’unica persona che ti sa dire solo “non ri preoccupare, tutto andrà per il bene”. Cazzo che vita di schifo, non sappiamo nemmeno noi cosa vogliamo, figuriamoci gli altri. Non saprei come chiuderlo, ma so solo che abbiamo sempre bisogno di qualcuno, non rovinate tutto, cercate di salvare i rapporti perché la vita è troppo breve per non essere felici. 

Ritorno

Paura di scrivere per non essere giudicati. Perché bisogna pensarci bene prima di mettere giu due righe. Non è semplice lo so, ma non dovrebbe essere nemmeno difficile. Ho tanta voglia di mettere giù i miei pensieri, la voglia di scrivere non finirà mai. Sono sempre stata tra i quaderni ultimamente perché li mi sente più al sicuro ma voglio che pure questo sia un posto sicuro. Sono passati momenti difficili, pensavo di perdere persone veramente care, ma è quando arrivi a terra che capisci il valore di ogni cosa e ricominci a correre e non più a caminare. Quando arriva il vero momento per dire basta? Si dice sempre che da domani farò cosi, oppure da domani smetto. Questo solo perché nessuno ha il coraggio di smettere subito. È troppo difficile togliere un vizio che te lo sei fatta venire solo perché ti piaceva, ed è perché ti piace che non vuoi farne a meno. Stimo tanto chi dice basta al momento. Stimo le persone che riescono a dire no. Vorrei tanto essere come loro, sicura di me e piena di autostima. A volte mi sento forte, ma non è stato per mia scelta. Penso che se avessi avuto una vita semplice sarei diventata molto viziata. Da una parte sono contenta per le sfide che ho dovuto affrontare perché mi hanno resa questa che sono ma dal altra parte vorrei essere proteta e senza potere per far fare le cose agli atlri. Una volta mi è stato detto che non tutti nascono aquile e che io sarei un’aquila. Bho non saprei. La vita è incerta e troppo delicata. Bisogna sempre lotare ed è troppo sotile il vivere dal creare qualcosa che non vivrai mai. Spero di entrare nella prima categoria. La mia paura più grande è di deludere le persone, ma a volte non ne puoi più. Arrivi ad un punto che vuoi dare fuoco a tutto. Non lo so a quanti capita, ma io se non lancio oggetti con tutta la mia forca finché non li distrugo non riesco a calmarmi. È troppo difficile trattenere tutto e morderti la lingua. È molto difficile chiudere un occhio ed aspettare che tutto si risolvi. Ma poi quando te ne rendi conto che hai tolerato troppo e la situazione invece di cambiare è peggiorata, allora che cosa succede. A quel punto è la fine, vorresti urlare a squarciagola e non te ne freghi che ti sente la gente, vorresti correre come una pazza finché non ti regono piú le gambe e poi cadere per tera e piangere come una bambina che ha perso il suo palloncino, piangere fino a quando non ne hai più lacrime. E poi… che cosa succede?! Eh poi ti alzi, ti dai una rinfrescata, ti guardi allo specchio e ti rendi conto come ti sei ridotta, e ti chiedi se ne vale la pena a tutto questo o meno. Ma te lo giuro che è l’unica cosa che ti aiuta a ricominciare. Ti senti più sollevata, dopo che ti sei tolto questo peso di dosso sei pronta a tutto. Ecco è così che vorrei sentirmi…